Home Collection Sans Tabù



02/2016

Under the Sea è una capsule dedicata alla mitologia del mondo sottomarino e alle vacanze: leggeri kimoni, kaftani, tuniche e parei in fresca mussola di cotone e seta, in georgette di seta nelle sfumature di abissi notturni o di mattutini bagnasciuga.
Capi sofisticati e giocosi, complicità divertita, volumi ampi e grafici sempre sensuali.

Under the Sea

Racconta Fabio Visintin: “All’inizio mi ricordai di un libro letto un po’ di tempo fa: “La danza misteriosa. Perché siamo animali sessuali” di Lynn Margulis e Dorion Sagan.
Mi resi che ciò che volevo era raccontare una sessualità giocosa, che esprimesse sensualità e un forte senso di libertà (anche dalla gravità), una libertà che si trova solo sotto il mare, nei misteriosi fondali, là dove la vita trova la sua origine. Volevo disegnare delle figure il cui segno fosse sinuoso ed elegante, come in una danza. Da principio mi sono liberamente ispirato alle illustrazioni giapponesi del genere Shunga (vento di primavera), chiamate anche Makurae (pittura del guanciale) o anche Higa, (pitture segrete), quello che mi ha colpito in queste opere è il contesto fortemente definito: oggetti, paesaggio, abiti, tutto è disegnato con estrema precisione, quasi che l’osservazione dei particolari prolungando la fruizione dell’immagine, prolunghi anche la carica erotica che essa trasmette.
Affascinato da quest’arte ho elaborato le mie immagini attraverso canoni più occidentali, mediterranei, le figure maschili, sono vagamente ispirate alla rappresentazione degli eroi dell’arte greca. Ho cercato contrasti che visti nell’insieme formassero delle composizioni armoniche: a dei corpi femminili morbidi, dalle superfici chiare, ho contrapposto dei corpi maschili elastici e tonici, con l’idea di rappresentare una danza, anzi “la danza” più misteriosa, quella che attrae due corpi (innamorati? ma sì, perché no…).”

Shop Now

Archivio